Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SIAF - Sistema Informatico dell'Ateneo Fiorentino

Tecnologia VoIP in Ateneo

Nell'ambito del progetto VoIP che prevede una graduale revisione dell'intero sistema di fonia d'Ateneo, sono stati introdotti alcune centrale con tecnologia VoIP nativa (Ip-PBX).
Tale tecnologia ha il vantaggio di utilizzare la rete di trasmisione dati per il trasporto della voce, con la conseguenza di realizzare chiamate tra centrali a costo zero. I collegamenti tra le varie centrali telefoniche sono chiamati trunk e vengono realizzati tramite connessioni IP. L'altro vantaggio in presenza di una solida e capillare rete di trasmissione dati come quella d'Ateneo, è che si possono configurare interni di un centralino su telefoni IP collocati in una qualsiasi sede.

La prima implementazione in assoluto è stato un centralino Innovaphone, introdotto nella sede del SIAF di via delle Gore nel 2002 e affiancato al centralino tradizionale. Allora il protocollo maggiormente diffuso per questi apparati era l'H323, ma con lo sviluppo e diffusione dello standard SIP, si è preferito passare a sistemi che implementassero tale protocollo.

Il primo centralino rispondente a tale caratteristica è stato installato nel 2004, in occasione dell'inaugurazione del nuovo plesso didattico di viale Morgagni 40 e ha permesso, oltre a servire la nuova utenza, di dismettere le centrali obsolete dei dipartimenti adiacenti e le numerose linee analogiche singole (circa 400 utenze). Il prodotto individuato è stato un centralino 3Com-VCX V7000 Ip Telephony System che rappresentava a quel tempo il top della nuova tecnologia.
Il lavoro svolto d al SIAF su questo apparato ha permesso la comprensione delle potenzialità, delle funzionalità e delle criticità della tecnologia VoIP su protocollo SIP, sia dal punto di vista tecnico-funzionale, sia dal punto di vista dei servizi all'utenza.

Grazie all'esperienza acquisita, per l'espansione del VoIP su protocollo SIP all'interno dell'Ateneo, si è rivolta l'attenzione all'ambiente OpenSource sperimentando e confrontando le piattaforme Asterisk, AsteriskNow e TrixBox, con l'obiettivo di eliminare i costi, piuttosto elevati, derivanti dall'acquisto di licenze SIP.

Parallelamente si sono equipaggiate le principali centrali telefoniche tradizionali con estensioni SIP, per permettere una progressiva integrazione delle stesse alla tecnologia VoIP e introdurre in modo più vasto e capillare il nuovo concetto di telefonia, affinchè anche gli utenti potessero prendere dimestichezza con essa.

Al momento sono attive le estensioni SIP sulle centrali Philips Sopho di p.zza San Marco, v.le Pieraccini, P.le delle Cascine, v.le Morgagni 57, via del Parione 7 e quella per il centralino Alcatel del Polo delle Scienze Sociali di Novoli. Ciò consente di configurare un numero di telefono interno facente capo a una di queste centrali in una qualsiasi sede dell'Ateneo collegata alla rete. Per esempio l'utenza del dipartimento di Storia dell'Arte e Spettacolo in via Capponi utilizza interni derivati IP del centralino di p.zza San Marco. Analogalmete le utenze dei dipartimenti di Anatomia, Istologia e Medicina Legale e di Patologia Umana e Oncologia sono attestate sulla centrale di v.le Pieraccini. Altri telefoni IP sono presenti in via Micheli 3 , via delle Cascine 23, v. le Morgagni 85,  p.zza Indipendenza, via San Gallo 10, ecc.

Nel frattempo sono stati immessi sul mercato vari tipi di IP-PBX, a basso costo e senza licenza, di semplice installazione e configurazione, pertanto nella nuova sede di via San Salvi è stato installato un centralino di tale tipo, l'Open Voice 6500, che supporta 500 utenti. a tale centralino sono state in seguiti attestate anche le utenze telefoniche delle sedi di Via Gioberti 1 e via della Torretta 10.
Per tenere comunque aperta anche la strada dell'OpenSource che, in presenza di risorse qualificate è in assoluto la meno costosa, si è attivato presso la sede del SIAF, in sostituzione dell'Innovaphone, un IP-PBX TrixBox su piattaforma Linux, interamente installato, configurato e gestito dall'Ufficio Reti e fonia. Per il futuro si prevede che in tutte le sedi di nuova attivazione, si utilizzaranno esclusivamente centralini IP-PBX. A sostegno di ciò, per la sede di via Laura 48, rinnovata e riaperta nell'ottobre 2009, è stato scelto un centralino Open Voice 6500 analogo a quello utilizzato per la sede di San Salvi.

Vedi anche:
Elenco centrali telefoniche d'Ateneo
Numerazioni brevi

 
ultimo aggiornamento: 03-Feb-2009
Unifi Home Page

Inizio pagina