Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SIAF - Sistema Informatico dell'Ateneo Fiorentino

Blocco degli indirizzi IP per motivi di sicurezza

In base ai protocolli adottati per la gestione degli incidenti informatici, alcuni indirizzi IP vengono bloccati per impedire che le stazioni di lavoro coinvolte continuino a generare traffico anomalo sulla rete provocando danno ad altri utenti e conseguenti ulteriori segnalazioni di abuso.

Si ritiene utile mettere a disposizione  la lista degli indirizzi IP bloccati per informare, anche solo indirettamente, l'utenza interessata della misura di sicurezza applicata nei suoi riguardi e le motivazioni.

Per facilitare la ricerca del proprio indirizzo IP e nome simbolico (host name) all'interno della lista, è possibile:

  • Ordinare numericamente o alfabeticamente l'elenco, semplicemente cliccando sulle relative intestazioni di colonna ("Numero IP" o "Nome simbolico");
  • Servirsi del comando Trova dal menu Modifica del proprio browser (Internet Explorer, Chrome, ecc.)

Ulteriori informazioni sull'incidente possono essere richieste a cert-unifi@unifi.it o richiedere assistenza tramite call center.

Modalità di sblocco

Per richiedere lo sblocco dell'indirizzo IP, l'utente responsabile della macchina, dopo aver provveduto a rimuovere la causa dell'incidente (virus o altro), deve procedere con la compilazione del modulo 'QS03-Incidenti di sicurezza: blocco macchina', disponibile alla pagina  modulistica di SIAF;

Per incidenti del tipo 'violazione di copyright', che comportano  responsabilità penali, è richiesto l'invio del modulo 'QS02-Incidenti di sicurezza: violazione di copyright', disponibile alla pagina  modulistica di SIAF.

Le richieste di sblocco possono essere effettuate esclusivamente da personale universitario.

 
ultimo aggiornamento: 09-Ago-2016
Unifi Home Page

Inizio pagina