Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SIAF - Sistema Informatico dell'Ateneo Fiorentino

Posta elettronica Gmail

FAQ Domande Frequenti

Come accedo alla casella di posta elettronica?

Posso utilizzare Outlook o Thunderbird o altre applicazioni per la posta elettronica?

Istruzioni per Mail per Mac

Istruzioni per Mail per iPhone

Istruzioni per Mozilla Thunderbird per Windows

Istruzioni per Microsoft Outlook per Windows

Parametri di configurazione per i client POP/IMAP e SMTP

Per quanto tempo l'Ateneo mi offre la caselle di posta elettronica?

Con quale password accedo alla casella di posta elettronica e come la recupero la prima volta o in caso di dimenticanza?

Sul mio account personale compare della pubblicità. E' così anche per quello di Ateneo?

Ho una casella dei posta privata Gmail: posso utilizzarla insieme a quella dell'Ateneo?

In Unifi gestisco più caselle: è possibile accedervi contemporaneamente?

Migrazione a Gmail

Messaggi non copiati

Messaggi con data sbagliata

Cartelle con nomi strani, es. "INBOX/[nome cartella]"

Cartelle vuote (ma le altre sono piene)

 

Come accedo alla casella di posta elettronica?

Personale, assegnisti, borsisti, collaboratori, dottorandi e specializzandi

L'accesso alla casella di posta elettronica può essere eseguito attraverso il servizio webmail di Google dall'indirizzo https://mail.google.com/a/unifi.it o http://mail.unifi.it .

Il nome utente deve essere inserito nella forma nome.cognome@unifi.it. La pagina di autenticazione è di Unifi e le credenziali saranno quelle della posta elettronica (http://www.siaf.unifi.it/p1638.html).

Studenti dei CdS e dei Master

L'accesso alla casella di posta elettronica può essere eseguito attraverso il servizio webmail di Google dall'indirizzo https://mail.google.com/a/stud.unifi.it o http://webmail.stud.unifi.it.

Il nome utente corrisponde alla matricola e la password viene fornita all'atto dell'immatricolane (http://www.siaf.unifi.it/p468.html).

Posso utilizzare Outlook o Thunderbird o altre applicazioni per la posta elettronica?

Gmail è perfettamente compatibile con i protocolli standard POP e IMAP. È però consigliato l'accesso via web con un browser preferibilmente con Chrome, sia da computer che da tablet e smartphone.

Durante la migrazione si sconsiglia ancora più caldamente l'utilizzo dei client poiché questo potrebbe determinare significativi rallentamenti o addirittura il blocco della copia dei messaggi.

Per Android, iOS e Windows Phone ci sono App ufficiali che permettono di accedere a Google in modo nativo.

Nella specifica sezione del centro di assistenza Google trovi la documentazione in merito all'accesso con account POP e IMAP da applicazioni come Thunderbird, Outlook o Mail.

Esiste un plug-in per l’utilizzo delle caselle in Outlook che fra l'altro consente anche la sincronia del calendario e dei contatti.

In questa pagina sono elencate le incompatibilità tra Outlook e i server di Google rispetto al calendario di Google.

Altre indicazioni su cosa è o non è supportato sono rintracciabili alla pagina Funzionalità non supportate nel Calendario di Outlook.

Istruzioni per diversi dispositivi e applicazioni:

Istruzioni per Mail per Mac

  1. Aprire le preferenze di sistema (Menu apple - preferenze di sistema)

  2. Selezionare “Account Internet”


  3. Aggiungere un nuovo account di tipo “Google”


  4. Autenticarsi tramite il browser web

  5. Enjoy!

Istruzioni per Mail per iPhone

  1. Aprire le preferenze del telefono

  2. Selezionare “Passwords & Accounts”

  3. Aggiungere un nuovo account di tipo “Google”

  4. Autenticarsi tramite il browser web

  5. Enjoy.

Le icone e i menu sono analoghi a quelli del MacOS.

NB: per chi avesse sia un Mac che un iPhone (o più di un Mac e più di un iPhone) di solito basta configurare la mail su un solo dispositivo. Gli account sono sincronizzati tra i dispositivi Apple.

Istruzioni per Mozilla Thunderbird per Windows

pdf.

Istruzioni per Outlook per Windows

Le istruzioni per Outlook sono in preparazione. Puoi consultare il paragrafo "Parametri di configurazione per i client POP/IMAP e SMTP".

Parametri di configurazione per i client POP/IMAP e SMTP

Prima di configurare i client POP/IMAP e SMTP è necessario collegarsi via web a Gmaile e quindi:

  1. attivare lo scaricamento POP e/o l'accesso IMAP da Gmail > Impostazioni > Inoltro e POP/IMAP
  2. abbassare il livello di sicurezza (!!) concedendo l'accesso ad applicazioni meno sicure ad eccezione di quei client che supportano oauth2. Questo si fa da Account > Sicurezza. Per questo motivo e per una maggiore integrazione con le altre App della Suite si sconsiglia di usare i client desktop a favore del client ufficiale web di Gmail o delle app per iOS e Android.

 

 

Server posta in arrivo (IMAP)

imap.gmail.com

Richiede SSL: Sì

Porta: 993

Server della posta in arrivo (POP)

pop.gmail.com

Richiede SSL: Sì

Porta: 995

Server posta in uscita (SMTP)

smtp.gmail.com

Richiede SSL: Sì

Richiede TLS: Sì (se disponibile)

Richiede autenticazione: Sì

Porta per SSL: 465

Porta per TLS/STARTTLS: 587

Nome completo o Nome visualizzato Il tuo nome
Nome account, Nome utente o Indirizzo email Il tuo indirizzo email completo
Password La tua password Gmail

Per quanto tempo l'Ateneo mi offre la caselle di posta elettronica?

La casella di posta personale istituzionale viene disattivata nel corso del secondo mese successivo alla data di cessazione del rapporto con l'Ateneo, previo invio di una notifica alla stessa casella in scadenza, che riporta la data esatta di disattivazione e le modalità per chiedere il rinnovo.

Fanno eccezione al predetto termine le caselle di posta personali istituzionali:

a. dei professori e dei ricercatori, che vengono disattivate cinque anni dopo il collocamento a riposo, rinnovabili ogni due;

b. dei professori emeriti, che vengono disattivate cinque anni dopo il conferimento del titolo, rinnovabili ogni 5;

c. degli studenti dei corsi di studio, dei dottorandi e degli specializzandi, che vengono disattivate tre anni dopo il conseguimento del titolo;

d. di coloro per i quali sono state disposte specifiche proroghe da parte degli Organi di Governo dell'Ateneo;

e. di coloro per i quali sono state richieste proroghe motivate da parte dei responsabili dei Centri di responsabilità con autonomia gestionale o delle Aree dirigenziali della Struttura Amministrativa dell'Ateneo o dei responsabili delle Scuole.

Quando il sistema rileva che un dipendente ha perso il diritto alla casella personale di posta elettronica, viene attivata la specifica procedura di disattivazione (caso 1).  

Le altre categorie di personale, che hanno una casella di posta elettronica a scadenza, perdono il diritto al momento della scadenza indicata sul modulo di attivazione. Viene allora attivata la specifica procedura di disattivazione (caso 2).

Si consiglia di effettuare la procedura di takeout da Google prima della chiusura dell’account.

Con quale password accedo alla casella di posta elettronica e come la recupero la prima volta o in caso di dimenticanza?

Vedi la pagina che si trova qui: http://www.siaf.unifi.it/p1638.html.

Sul mio account personale compare della pubblicità. E' così anche per quello di Ateneo?

No: i servizi Educational danno le stesse garanzie di quelli professionali acquistati dalle Aziende e la privacy è garantita. Per dettagli si consulti la guida di Gsuite, sezione privacy.

Ho una casella dei posta privata Gmail: posso utilizzarla insieme a quella dell'Ateneo?

Si: i due account rimarranno separati. Se per accedere ai servizi si userà un browser sarà possibile usare alternativamente le due caselle.  Usando Chrome sarà possibile accedere contemporaneamente più account, creando profili distinti. Per dettagli si consulti la guida di Google Chrome.

In Unifi gestisco più caselle: è possibile accedervi contemporaneamente?

Si: nel caso di accesso via web con Chrome occorrerà creare delle identità multiple, una per ciascuna casella (Per dettagli si consulti la guida di GSuite, sezione privacy). In alternativa, o nel caso non si utilizzi Google Chrome, si potrà delegare l’accesso di un account secondario all’account principale, come spiegato nella guida di GMail, sezione delega della posta; ad esempio si dovrà delegare la casella ufficiodirossi@unifi.it all’utente mario.rossi@unifi.it in modo da consentire l’accesso alla casella ufficiodirossi direttamente dall’account Mario Rossi.

Nel caso di accesso tramite protocolli POP e IMAP invece, non c’è alcun problema, in quanto occorrerà configurare più account sullo stesso programma.

Migrazione a Gmail

Messaggi non copiati

I messaggi contenti:
- binari eseguibili
- documenti con estensione .apk (applicazioni Android), archivi compressi protetti da
password, e in generale qualsiasi cosa non possa essere analizzata da un antivirus
sicuramente non verranno copiati.

Messaggi con data sbagliata

Alcune mail verranno visualizzate con una data “errata”. Questo è dovuto ad una non
corretta formattazione del campo data nel messaggio originale. Di solito sono pochi
messaggi.
Inoltre, è possibile che durante la fase di copia i messaggi appaiano fuori ordine temporale.

Cartelle con nomi strani, es. "INBOX/[nome cartella]"

Con il precedente sistema di posta era possibile (anche se sconsigliabile) creare sottocartelle
DENTRO la Inbox – dovrebbero essere create allo stesso livello della Inbox.
Durante la migrazione eventuali sottocartelle della Inbox verranno rinominate come
“INBOX/[nome_cartella]”.
Soluzione:
1) Spostarle fuori dalla Inbox, e
2) Rinominarle.

Cartelle vuote (ma le altre sono piene)

La migrazione può richiedere qualche giorno, e l’ordine in cui i messaggi vengono copiati NON è predicibile a priori.

Per valutare se vi siano delle criticità, occorre:

  1. Attendete l’avvenuta migrazione (che si conclude con l’invio di un messaggio apposito),

  2. Controllare la mail tramite webmail (il client locale potrebbe richiedere ulteriore tempo per ricreare gli indici della mail)

In caso vi siano discrepanze tra ciò che si visualizza sulla webmail e il client

  1. Riavviare il client

  2. Forzare una re-indicizzazione delle cartelle del client (operazione che dipende dal client)

Si ricorda che il tempo per l’indicizzazione dei messaggi dipende dalla dimensione delle cartelle.

 
ultimo aggiornamento: 10-Dic-2019
Unifi Home Page

Inizio pagina