Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SIAF - Sistema Informatico dell'Ateneo Fiorentino

I Browsers

 

Letteralmente, Browse significa sfogliare e dunque un browser è qualcuno che sfoglia, ovvero mostra, il contenuto di un libro o di un album ecc.

In informatica i browser sono gli strumenti che tipicamente sono utilizzati per “sfogliare” Internet.

In realtà questo non è l’unico ambito nel quale sono utilizzati; ciò che viene sfogliato può variare di molto ed è funzione di quello che viene chiesto al browser.

Tratteremo dei tre browsers più diffusi: Chrome, Firefox ed Edge anche se i concetti qui contenuti sono validi per tutti browsers.

Tutti i Browsers hanno uno spazio, di solito una riga detta “barra degli indirizzi”, nel quale è possibile specificare qual è la risorsa che vogliamo sfogliare; spesso è un sito Internet ma potrebbe essere un file del computer locale oppure un server remoto ecc.

Attenzione a non confondere la barra degli indirizzi con il campo di ricerca dei motori come ad es. Google. Se scriviamo unifi.it nel campo di ricerca non otteniamo la pagina dell’Ateneo ma il risultato della ricerca; se invece ci scriviamo www.unifi.it otteniamo la pagina dell’Ateneo ma solo perché il motore si accorge che la stringa è un indirizzo completo ed univoco ed allora bypassa l’esito della ricerca. Del resto se scriviamo unifi.it nella barra indirizzi otteniamo la pagina ma solo perché il browser sottintende il www.

 

Qualunque sia la risorsa che vogliamo “vedere” o, per esempio, “scaricare”, dobbiamo fornire al browser, nella barra degli indirizzi, il cosiddetto URL della risorsa. L’Uniform Resource Locator  (URL appunto) è l’identificativo univoco della risorsa in una rete di computers.

Un esempio di URL a noi molto noto è il seguente: http://www.unifi.it/

Vediamo come è composto.

  • http è lo schema o protocollo di individuazione della risorsa e di scambio o interazione tra il browser e il server cui ci si rivolge
  • : separatore tra lo schema e la risorsa
  • // nel caso dello schema http precedono il nome del server; il loro scopo è proprio quello di indicare che ciò che segue è il server e non una parte del percorso
  • www.unifi.it server che si vuole sfogliare
  • / indica la radice del server; in questo caso è superfluo ed è stata aggiunta a scopo dimostrativo, però anche se omessa essa è sottintesa
  • risorsa; nell’esempio non c’è ovvero non è dichiarata esplicitamente; in questa situazione il server è istruito a fornire la risorsa di default che nel nostro caso è index.html; la URL dell’esempio avrebbe potuta essere scritta così: http://www.unifi.it/index.html

 

In realtà ci sono altre parti componenti un URL di cui alcune opzionali ma il browser ci aiuta impostando valori di default; esse sono

  • La porta: è un numero che identifica il servizio presente sul server e che fornirà la risorsa richiesta; è separato dal nome del server da due punti;con il protocollo http la porta di default è 80; quindi se avessimo scritto http://www.unifi.it:80/index.html avremmo avuto lo stesso risultato
  • Il frammento: è un punto determinato all’interno della risorsa; segue la risorsa da cui è separata da un carattere # (diesis); ecco un esempio http://www.unifi.it/a34.html#personale_ta_cel_dirigenti
    Se ci fossimo fermati dopo a34.html saremmo atterrati (traduzione del termine inglese landed) sulla pagina a34 del nostro sito che tratta del Personale; con l’aggiunta del frammento saremo portati direttamente al paragrafo che tratta del personae TA, dei Lettori e dei Dirigenti
  • Parametri accessori; opzionali, servono a dare specifiche nella fornitura della pagina; es. ?cognome=rossi (non è applicabile al nostro esempio)

 

Tutti i browsers, oltre alla barra degli indirizzi hanno il corpo pagina; esso è la parte preponderante della finestra e, a seconda delle impostazioni dell’utente, può prendere tutto lo spazio disponibile sotto la barra degli indirizzi.

Altri oggetti che accomunano tutti i browsers sono i seguenti:

  • I pulsanti di navigazione avanti o indietro nella cronologia
  • Un pulsante Home che porta direttamente alla pagina che si è impostata come iniziale
  • Un pulsante che permette il refresh della pagina (freccetta che gira)
  • Un pulsante per salvare il sito tra i preferiti
  • Un pulsante che permette di accedere al proprio account se ci si è registrati o di registrarsi se non se ne possiede uno; questo aspetto è molto importante e verrà ulteriormente approfondito in seguito
  • Un pulsante per le impostazioni

 

Nota: la barra di menu classica (File, Modifica ecc.) sta scomparendo dai browsers; in questo momento Chrome ed Edge non ce l’hanno più mentre Firefox la mantiene ancora.

 

 

 
ultimo aggiornamento: 12-Nov-2020
Condividi su Facebook Twitter LinkedIn
Unifi Home Page

Inizio pagina