Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SIAF - Sistema Informatico dell'Ateneo Fiorentino

Pianificazione dell'orario delle lezioni

Il modulo consente la pianificazione dell'orario delle lezioni secondo una modalità "a settimana tipo" o nella modalità "a calendario".

Dopo che le informazioni sull'offerta didattica sono state importate nel sistema e sono stati definiti il periodo didattico e la griglia oraria, è possibile iniziare a pianificare l'orario delle lezioni.

Pianificazione dell'orario nella modalità "a settimana tipo"

La pianificazione dell'orario "a settimana tipo" può avvenire in due modalità, in base alle scelte della Scuola di pertinenza:

  1. modalità di pianificazione automatizzata
    In questa modalità operativa è possibile generare l'orario delle lezioni in maniera automatica, dopo una prima fase di configurazione iniziale piuttosto importante in termini di tempo impiegato. La fase di configurazione iniziale riguarda, tra le altre:
    • per ogni insegnamento erogato, la definizione della numerosità presunta degli studenti;
    • l'esame dell'elenco delle aule disponibili, inibendo quelle che non debbono essere utilizzate in automatico dall'algoritmo (ad esempio i laboratori informatici), oppure fornendo vincoli in termini di indisponibilità su fasce orarie in cui certe aule sono assegnata ad altre Scuole
    • la definizione della distanza fra le Sedi di pertinenza della Scuola, in termini di numero di slot orari;
    • l'assegnazione della distribuzione delle lezioni a ciascun insegnamento erogato: questo consente di indicare al sistema come pianificare l'insegnamento su base settimanale. Ad esempio un insegnamento da 9CFU potrebbe essere pianificato 3h + 3h oppure 4h + 2h;
    • l'eventuale attribuzione di "desiderata" in termini di impossibilità o sgradevolezza di certi slot orari per i docenti della Scuola. Questa impostazione, in base alle decisioni della Scuola, può essere curata dalla Scuola stessa o direttamente dai docenti accedendo ad una specifica procedura web, nei limiti della configurazione definita dalla Scuola (p.e. in termini di numerosità degli slot impossibili o sgraditi);
    • l'eventuale impostazione di vincoli aggiuntivi, quali ad esempio:
      • la necessità di sovrapporre temporalmente insegnamenti partizionati per lettera tenuti da docenti diversi;
      • la necessità di escludere certi insegnamenti / corsi di laurea da certe Sedi;
      • la necessità di tenere un certo insegnamento in una certa aula ad una certa ora;
      • ecc.

    Terminata la fase di configurazione iniziale, i cui dati possono poi essere recuperati anno dopo anno per i rispettivi orari, è possibile generare automaticamente l'orario in modalità automatica per tutti i Corsi di Studio della Scuola.

  2. modalità di pianificazione o inserimento manuale
    In questa modalità operativa l'operatore della Scuola può pianificare l'orario delle lezioni da zero o partendo dall'orario di un eventuale anno precedente che fosse già presente nel sistema, oppure riversando manualmente un orario già pronto da una base cartacea o comunque esterna al sistema.

    Per ogni curriculum e per ogni insegnamento, è possibile definire l'orario su una apposita griglia e man mano che viene inserito verificare il soddisfacimento dei vincoli di qualità dell'orario definiti.

    Anche in questa modalità è possibile raccogliere i "desiderata" dei docenti in una delle due modalità sopra descritte.

 

Pianificazione dell'orario nella modalità "a calendario"

Nella modalità "a calendario" l'orario può variare di settimana in settimana, senza la necessità di seguire un modello "a settimana tipo" per ogni insegnamento. Pur esistendo una versione del software che supporta tale modalità, se gli insegnamenti che non seguono la settimana tipo sono molti è consigliabile inserire l'orario direttamente nel sistema di prenotazione aule.

 

Verifica della qualità dell'orario prodotto e pubblicazione

Dopo la generazione dell'orario (sia in modalità "a settimana tipo" che "a calendario") è possibile prendere visione dei report di qualità dell'orario prodotto in relazione ai vincoli definiti ed alle regole di qualità impostate (p.e. evitare che gli studenti di un certo curriculum debbano cambiare aula durante la mattinata, oppure evitare che un insegnamento con un elevato numero di studenti previsti venga pianificato in un'aula poco capiente).

 

Successivamente si può procedere ad una pubblicazione ristretta dell'orario in bozza, al suo consolidamento ed alla produzione dell'orario definitivo.

 

Infine l'orario definitivo viene esportato nel sistema di prenotazione aule e reso disponibile per gli studenti tramite il portale pubblico https://kairos.unifi.it/agendaweb

 

Da questo momento in poi ogni variazione puntuale all'orario (p.e. annullamento di una singola lezione o variazione di un'aula) può essere fatta direttamente nel sistema di prenotazione aule.

 

Per ulteriori informazioni

 
ultimo aggiornamento: 25-Feb-2021
Condividi su Facebook Twitter LinkedIn
Unifi Home Page

Inizio pagina